Trail delle Terre Diverse

2018/04/15 08:30:00

La IV Edizione del Trail delle Terre Diverse si inserisce come fin dalla prima edizione, all’interno della manifestazione Corsa delle Terre Diverse che comprende le seguenti attività:

Domenica 15 Aprile:

  • Trail delle Terre Diverse:  trail di 26 Km fra Lombardia e Piemonte fra castelli, boschi, vigneti e panorami mozzafiato… Sarà la 2a tappa del Trofeo Trail dei Malaspina.
  • Vivicittà: corsa di 12 Km su strada alla sua 34 edizione, gara svolta in parallelo in oltre 100 città in Italia e all’estero.

Sabato 14 Aprile

  • Vivicittà x bambini 2 Km nel parco secolare delle Terme di Salice per le scolaresche.
  • La II edizione della StraCanina: camminata a 6 zampe per gli amici dei cani a sostegno di OIPA Italia.

Giovedi 29 Marzo

  • lMoonlight Run (corsa in notturna al chiaro della luna piena) di 6 Km.

Sabato 17 Marzo

  • allenamento autogestito sul percorso del Trail delle Terre Diverse.

Sulla base delle passate edizioni si prevede un’affluenza totale di oltre 1.000 persone fra atleti professionisti, sportivi della domenica ed accompagnatori provenienti soprattutto da Lombardia, Piemonte, Emilia Romagna e Liguria ma anche dal resto d’ Italia.

L’obiettivo di questo progetto è la diffusione del turismo sportivo e la valorizzazione del nostro territorio che si presta perfettamente ad attività all’aria aperta. I presupposti per la buona riuscita dell’evento sono il successo delle scorse edizioni, l’esperienza delle associazioni organizzative e la presenza di importanti campioni della corsa oltre al sostegno dei nostri sponsor.

Anche quest’anno, continua il nostro impegno a sostenere EMERGENCY. Abbiamo deciso di dedicare una parte della quota delle iscrizioni a chi è molto meno fortunato di noi per un progetto umanitario di EMERGENCY. Grazie alla presenza di alcuni campioni del Trail Running (Katia Figini, Checco Galanzino, Daniele Giacobone), l’esperienza degli organizzatori, gli sponsor ed i partners, il Trail delle Terre Diverse sta diventando un appuntamento atteso per gli amanti della corsa.

Il perché di “Terre Diverse”

Abbiamo voluto riportare alla memoria un antico nome che definiva questo territorio di confine che merita di essere riscoperto per la sua bellezza.
“Nel 1466 le terre oltre il Po passano agli Sforza, poi ai Bentivoglio e ai Del Caretto. Per lungo tempo il territorio dell’Oltrepò resta frazionato in piccoli feudi detti camerali. A essi si contrapponevano i nuovi feudi dell’alta collina e della montagna, riconosciuti ufficialmente dagli Sforza e denominati in maniera dispregiativa dagli altri feudatari invidiosi Terre Diverse, per lo statuto speciale e i privilegi di cui godevano; i principali erano i marchesati di Fortunago, Godiasco, Varzi, Pregòla e Bobbio.”