Calcio senza barriere vince Pieve Porto Morone

La quadra di richiedenti asilo di Pieve Porto Morone ha vinto il Torneo di Calcio Senza Barriere, che si è svolto al Campo Sportivo del Don Orione di Voghera, Sabato 16 Settembre scorso.

 

Una manifestazione totalmente riservata ai profughi della provincia di Pavia ed organizzata dal Pool di Associazioni che fanno capo ai Mondali Antirazzisti di Voghera: l’Atletica Pavese, Associazione Insieme, il presidio locale di Libera, il Comitato Soci COOP di Voghera, Dimbalente, Associazione LIA, Voghera E’, e patrocinata dalla UISP Lombardia (Unione Italiana Sport Per Tutti). E tante sono state le squadre che hanno partecipato a questa giornata di sport solidale.

Dall’Hotel Zenith ed Hotel Rallye di Voghera, dai profughi dell’Associazione LIA di Pavia alla Torretta di Borgo Priolo, dagli Haritò di Gropello Cairoli, agli ospiti delle strutture dislocate a Cervesina, Ghiae di Corana e Pieve Porto Morone. Per una maratona calcistica iniziata alle 10 del mattino e conclusasi alle 18,00, inframmezzata dall’immancabile pasta party del mezzogiorno e dal Calcio Camminato, una disciplina divertente e davvero aperta a tutti, dove i giocatori hanno il divieto assoluto di correre.

Al termine dei due gironi eliminatori di calcio a 7, si sono affrontate vincenti delle due graduatorie, vale a dire l’Hotel Zenith e Pieve Porto Morone. E proprio questi ultimi si sono aggiudicati il trofeo riservato ai vincitori, dopo una partita tiratissima e terminata solo dopo 9 calci di rigore. Ma a vincere è stata soprattutto la voglia di socializzare, di incontrarsi, di riscatto sociale insita in tutti i richiedenti asilo sul nostro territorio.

 

Gianni Tempesta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *